Sicilia, arriva il caldo: giovedì e venerdì temperature sui 35 gradi…

Se gli ultimi due giorni sono stati caratterizzati da aria mediamente più fresca, iniziamo a prepararci a temperature diverse: perché da domani mercoledi 13 una prima ondata di calore investirà il settore meridionale con temperature insolite, per il periodo, e eccessivamente calde tali da far diventare la Sicilia la regione più calda d’Italia.
Del resto siamo la California d’Italia, nonostante i nostri amministratori non riescano a rendere questa terra una miniera d’oro!!!Da queste pagine vogliamo avvisare i siculi, di prepararsi a percepire temperature veramente hot tipiche di inizio estate.
Ma quali fenomeni climatici accadranno nei prossimi giorni per generare questo incremento di temperature un pò fuori stagione?
Grazie al nostro dr. Stranotempo, che ci rende edotti, sappiamo che avremo due opposte circolazione d’aria che attraverseranno il territorio italico.
La prima circolazione nord atlantica, alle basse latitudini, legata ad una fase depressionaria bloccata sulla penisola Iberica determina fino a giovedì una moderata instabilità sul versante settentrionale, compresa l’Emilia Romagna e l’alta Toscana.Mentre, con un’altra circolazione, si avrà l’ingresso di una massa d’aria di matrice africana, legata ad un campo di alta pressione in rimonta sul Mediterraneo centrale che porterà cieli parzialmente nuvolosi ed aria a tratti davvero caldissima.
Ma non parliamo di bolle di calore al dr. Stranotempo, per carità…
Ma da queste circolazioni d’aria in alta quota contrapposte che conseguenze climatiche dovremo aspettarci al suolo nei prossimi giorni.??? Avremo dalla Toscana in giù bel tempo, con temperature in rialzo già da mercoledì con punte che si aggirano sui 30-33 gradi, soprattutto sul settore Campano e Pugliese.
In Sicilia da mercoledì 13 i venti di scirocco saranno fautori di un straordinario aumento delle temperature nei valori massimi, quasi da record per il periodo, in particolar modo sul versante occidentale dell’isola con Palermo e Trapani città più calde con le medie che raggiungeranno i 36 gradi mentre le locali brezze rinfrescheranno l’aria lungo i litorali marini.
Giovedì 14 sarà una giornata davvero molto calda, con l’entroterra siciliano a rischi incendi e sulle altre zone le temperature potrebbero avere picchi fino a 36-38 gradi.
Venerdì 15 sarà caratterizzato da tantissimo caldo, ma le temperature non dovrebbero andare oltre 35 gradi con le provincie di Catania, Siracusa, Ragusa e le zone dell’ennese che soffriranno maggiormente la calura. Anche se in queste provincie la ventilazione al suolo nel pomeriggio, ridurrà di qualche grado la temperatura percepita. Sicuramente le zone sicule interne saranno più calde rispetto a quelle marine che godranno di un po’ di ventilazione dovute alle locali brezze.
Il weekend ugualmente caldo con temperature che non supereranno i 30-32 gradi per sabato e domenica nel catanese.
Qualche raccomandazione del periodo, oltre la previsione del nostro dr Stranotempo, che ci esorta a rispettare ugualmente le regole di distanziamento sociale oltre all’uso delle mascherine e dei guanti anche se saranno un po’ insopportabili e ci faranno sudare e smaniare abbastanza. Saranno giornate a rischio per bambini ed anziani per i quali ricordiamo la massima prudenza e di non esporsi al sole nelle ore centrali (11-15) di provvedere ad una maggiore idratazione assumendo molto acqua naturale e fare pasti leggeri a base di verdure e frutta.

La prima circolazione nord atlantica, alle basse latitudini, legata ad una fase depressionaria bloccata sulla penisola Iberica, determina fino a giovedì una moderata instabilità sul versante settentrionale, compresa l’Emilia Romagna e l’alta Toscana.
Si ringrazia per la fondamentale assistenza tecnica l’amico dr Stranotempo previsore meteo base di Sigonella Consolo Marcello.
Fonte foto gruppo Facebook –CHE TEMPO FA….CT ed altrove…

Sa.Mi.