Il mezzogiorno di fuoco di Palermo: 40 gradi e vasti incendi

L’ondata di calore in Sicilia, che sta investendo la Sicilia oltre alle alte temperature, con Palermo che alle 13,45 tocca i 40 gradi, sta mettendo a dura prova le squadre di soccorso dei vigili del fuoco della forestale e della protezione civile impegnate a spegnere decine di incendi nella fascia tirrenica nelle provincie di Palermo e Messina .

Già nella notte diversi incendi si sono verificati nel palermitano, con decine di famiglie che sono state costrette ad abbandonare le loro abitazioni per motivi di sicurezza.

Un vasto rogo, quasi certamente di origine dolosa, è divampato nelle campagne di Altavilla Milicia, alle porte di Palermo, impegnando diverse squadre dei vigili del fuoco, uomini della forestale e volontari della protezione civile.

Le fiamme hanno distrutto diversi ettari di vegetazione in contrada Mazzamuto. “Dopo 12 terribili ore, torno finalmente a casa – dice il sindaco Pino Virga – con i polmoni pieni di fumo, gli occhi pieni di lacrime e fuliggine, il cuore gonfio di rabbia e una leggera ustione alla mano. Davanti agli occhi ho ancora l’immagine di decine di famiglie costrette a lasciare le proprie case. Non ho nemmeno voglia di insultare chi odia talmente da poter concepire di fare questo. Povera umanità“.

Altri incendi si sono sviluppati in via Bronte a Palermo, dove in tanti hanno dovuto passare la notte fuori dalle loro abitazioni per il troppo fumo, e nella borgata Alla Falconara.

Nella giornata odierna, complice i tanti temuti venti di scirocco di matrice africana, altri due incendi, uno ancora una volta ad Altavilla Milicia in contrada Pidocchio, dove sta intervenendo un Canadair della protezione Civile , un altro sta mettendo a dura prova i soccorritori in contrada Manche a Bellolampo.

Altrettanto critica e la situazione incendi nella fascia tirrenica della provincia di Messina da Spadafora a Tusa, con squadre dei vigili del fuoco impegnate a spegnere imponenti incendi a Reitano, Sant’Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo. E’ ripreso anche l’incendio di Spadafora che nella notte era stato domato dopo aver impegnato i vigili per tutta la serata di ieri. Fra Tusa e Castl di Tusa la situazione più critica.

In seguito ad un incendio è provvisoriamente chiuso al traffico il tratto della strada statale 117 “Centrale Sicula” dal km 0 al km 11,800 a Contrada Torre (Zona Artigianale), in provincia di Messina, in entrambe le direzioni.