Il braccio di ferro nella notte Conte e i governatori (Musumeci compreso)

Sembrava tutto pronto e perfetto, come nelle migliore storie, dopo la conferenza stampa del Premier Conte delle 20,30 di ieri.

Invece nessun presidente di regione, tranne Zingaretti del Lazio, ha emanato l’ordinanza per la riapertura delle attività commerciali quali bar,ristoranti, parucchieri.

C’è voluto nella notte un lungo braccio di ferro tra il premier e i governatori delle regioni sull’opportunità di un DPCM relativo alle riaperture previste per domani, lunedì 18.

Stando a quanto riferiscono alcune fonti di governo all’Adnkronos, «la verità è che alcuni governatori hanno paura delle responsabilità e volevano più garanzie, però il presidente della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini è stato bravo e la maggior parte dei presidenti ci ha aiutato a chiudere».

Ma dopo un confronto serrato andato avanti fino alle 3 della notte, l’intesa è stata raggiunta e il testo dovrebbe vedere la luce oggi.

In base all’accordo, il Premier Conte dovrà adottare un decreto del presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) – che deve dare attuazione al decreto legge varato ieri dal governo – contenente una premessa con il richiamo al protocollo unitario delle Regioni, che verrà poi interamente allegato al testo del documento.

Questa la soluzione che ha messo d’accordo tutte le parti coinvolte, dopo che le Regioni hanno più volte minacciato di «far saltare il banco» nel corso della lunga trattativa notturna.

Stempera i toni il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, che ha affermato «Le richieste delle Regioni sono legittime, l’accordo riprende le linee guida delle Regioni per le ordinanze e sancisce ancora una volta la leale collaborazione tra regioni e governo spesso serve un’assunzione ulteriore di responsabilità».

Con un post sulla pagina facebook il presidente Musumeci intorno alle 2,00 della notte aveva comunicato l’avvio delle trattative con il Premier Conte «Con tutti i presidenti di Regione italiani siamo tornati a riunirci adesso, a tarda notte, con il presidente del Consiglio Conte. Rivendichiamo il diritto di fare ripartire le attività economiche e iniziare il graduale ritorno alla normalità. Serve responsabilità. E chiediamo al governo centrale di recepire le nostre linee guida adottate da tutte le Regioni italiane. La mia ordinanza è già predisposta. Nessuno vuole fare strappi, ma la gente inizia a non capire

Nello Musumeci in videochat con gli altri governatori.

Con un’altro post, del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti sulla sua pagina Facebook, si è avuto la conferma della sigla dell’accordo «Siglato l’accordo per le linee guida delle Regioni che saranno recepite nel dpcm , in modo da dare sicurezza a tutti gli operatori economici con regole certe e applicabili».

Fonte foto Facebook Musumeci Nello- Rainews