Il Pd solletica l’opposizione per “invitare” Nello Musumeci in aula…

Non c’è pace tra gli ulivi per il presidente della Regione Nello Musumeci.

Dopo la travagliata nomina dell’assessore Alberto Samonà, in quota Lega con deleghe alla Cultura e all’identità Siciliana, che tante critiche ha prodotto e perfino delle minacce ricevute dagli haters sui social, ci pensa il Partito Democratico a mettere altra benzina sul fuoco.

Con la dichiarazione del capogruppo PD all’Ars Giuseppe Lupo che ha detto “Valuteremo insieme ai gruppi di opposizione la presentazione di una mozione di sfiducia nei confronti del presidente della Regione: forse è l’unico modo per farlo venire in aula, se non altro lo farà per salvare la sua poltrona”, nel corso della seduta di ieri, è stata preannunciata la mozione di sfiducia per il presidente Musumeci ..

Il Presidente della Regione è uno dei 70 deputati dell’Ars ed ha il preciso dovere di partecipare ai lavori d’aula – ha aggiunto Lupo – d’altronde è per questo che percepisce l’indennità parlamentare. Musumeci non si vede a sala d’Ercole da quando ha abbandonato i lavori per protesta contro un deputato che aveva legittimamente chiesto il voto segreto, così come previsto dal regolamento. Evidentemente Musumeci pensa di  dettare le regole al parlamento e non accetta alcun tipo di dissenso rispetto alle sue scelte: questa è una concezione dittatoriale, ricordiamo a Musumeci che siamo in democrazia e le regole non le detta lui, le vota il parlamento