Catania Calcio, ecco le motivazioni del magistrato Mariano Sciacca

Ieri é stato il giorno della decisione, della sezione fallimentare del Tribunale di Catania in merito alla richiesta della Procura della repubblica di Catania di cui al procedimento iscritto al r.g 136/2020, nei confronti del Calcio Catania spa il cui dibattimento si era tenuto nell’udienza del 25 maggio.
Il collegio presieduto dal dott. Mariano Sciacca, magistrato di grande equilibrio e rigore, con un articolato e minuzioso decreto depositato ieri ha sciolto la riserva in merito alla decisione da assumere che possiamo riassumere nei seguenti punti:

1) Ha riunito il presente procedimento con quello iscritto al n.8/2020 essendo superata e non più attuale l’udienza del 9 Giugno per l’esame del merito dell’istanza di fallimento.
2) Ha ritenuto venir meno, ex nunc del pericolo in mora, prospettato nella domanda cautelare, della procura, come repentino aggravamento dello stato di insolvenza dovuto alla gestione societaria, rendendo ammissibile il ricorso al concordato preventivo.

3) Non ha accolto la sostituzione in via d’urgenza dell’organo gestorio della società Calcio Catania spa. Ecco il documento

DECRETO RIGETTO CAUTELARE.pdf