Calcio ko? La Figc stanzia 21,7 milioni per le categorie inferiori alla Serie A

Se l’emergenza economica causata dal Covid19 ha messo in crisi molte società di calcio, la Figc è pronta a porvi rimedio. Il Comitato di Presidenza della Federcalcio ha infatti istituito, su proposta del presidente Gravina, un Fondo Salva Calcio di 21 milioni e 700 mila euro in favore delle categorie inferiori alla Serie A. Obiettivo? Sostenere le società per completare le attività della stagione sportiva 2019/2020. Il fondo sarà approvato definitivamente nel prossimo consiglio federale dell’8 giugno.
Gli aiuti saranno destinati ai club, ai calciatori ed ai tecnici di Serie B e Serie C, della Lega Nazionale Dilettanti e della Divisione Calcio Femminile e saranno così ripartiti:

fino a 5 milioni di euro per le società di Lega B;
fino a 5 milioni per le società di Lega Pro;
fino a 5 milioni per le società della LND;
fino a 3 milioni per i calciatori così come per i tecnici ed i preparatori attraverso il riconoscimento di un contributo unico al Fondo di Solidarietà calciatori, allenatori e preparatori atletici;
700.000 euro alle società della Divisione Calcio Femminile.

La prossima settimana, oltre ad approvare ufficialmente il Fondo Salva Calcio, la Figc definirà un piano per la ripartenza del calcio professionistico, di quello femminile e di quello dilettantistico.