Il Lions Club Catania Porto Ulisse a sostegno delle fasce fragili della società

«Il Lions Club Catania Porto Ulisse ha completato nel periodo emergenziale per quest’ anno sociale – commentano dal Club – un programma che ha visto il nostro Club impegnato al sostegno del Banco Alimentare (con un protocollo di intesa con altri Club donazioni) e di valenti associazioni che si occupano di sostenere le fasce più fragili e bisognose della nostra Comunità, quali la Casa della Mercede, la Casa della Carità delle Sorelle Vincenziane; la Comunità di Sant’Egidio, la Casa Accoglienza Giovanni Piro facente capo alla Chiesa di Santi Pietro e Paolo e, infine, La Locanda del Samaritano. Quest’ultima, ha la peculiarità di prendere in carico a 360 gradi le persone in stato di necessità, di bisogno o aiuto, ospitandoli in una comunità del tutto autogestita con precise regole che aiutano anche il reinserimento sociale e nel mondo del lavoro degli ospiti stessi. La Locanda che ospita attualmente circa 75 persone è ben retta da padre Mario Sirica, missionario vincenziano che ci ha impressionato positivamente per la capacità progettuale e organizzativa. Abbiamo visitato la struttura impeccabile anche da un punto di vista igienico-sanitario. Ritengo che sia stata per tutti i partecipanti una esperienza arricchente e coinvolgente. Abbiamo donato buoni spesa e generi alimentari per un valore di euro 1.200,00 circa di cui la metà frutto di contributi volontari dei soci del Club. Abbiamo cercato di profondere il massimo impegno, nei limiti delle nostre possibilità, per contribuire al sostegno della Comunità in un periodo così critico in attuazione del nostro motto: dove c’è un bisogno c’è un Lion!».