Leonardi non risponde al Gip e i 5 Stelle chiedono le dimissioni di Vito Branca (Riscossione)

Si è svolto l’interrogatorio di garanzia dell’imprenditore catanese arrestato giovedì e accusato di corruzione e reati ambientali Antonello Leonardi, collegato in videoconferenza dal carcere di Ragusa; non ha risposto alle domande del gip Stefano Montoneri scegliendo “di riservarsi di farlo dopo aver analizzato il quadro indiziario emerso dalle indagini sulla Sicula Trasporti”.

È invece fissato, per lunedì 8 giugno alle 12, l’interrogatorio di garanzia di Salvatore Leonardi, che ieri è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Ma la vicenda “Mazzetta Sicula”, dopo l’emotività degli arresti di giovedì, si sposta sul versante politico con il M5S che alza il la voce con i suoi deputati regionali che affermano “Vito Branca, alla luce delle recenti notizie di cronaca, non può rimanere al vertice di Riscossione Sicilia, faccia un passo indietro. Ai vertici di una partecipata della Regione, strategica e importante come Riscossione, devono esserci persone su cui non grava la minima ombra e, purtroppo, per Branca, presidente del cda di Sicula Trasporti, finita nell’occhio del ciclone per lo scandalo rifiuti, non è così. Un passo indietro è, a questo punto, più che doveroso. E se non sarà lui a farlo sia Musumeci a pretenderlo”. Alla luce delle notizie riportate dalla stampa, anche quella di Branca, non sarebbe la scelta più azzeccate, come quelle di Candela e Damiani, sarebbe opportuno che il presidente della Regione veda di correggere il tiro e di farlo al più presto.

Ma mentre le opposizioni tuonano il governatore Nello Musumeci ieri ha visitato a Palermo la sede centrale di Riscossione Sicilia, la società partecipata della Regione che si occupa della riscossione di tasse e tributi nell’Isola.

Ad accoglierlo il Consiglio di amministrazione, guidato dall’avvocato Vito Branca, il Collegio sindacale e i vertici burocratici della Spa con il direttore generale Ermanno Sorce e il vice.

Nel corso dell’incontro è stato fatto il punto sui risultati positivi raggiunti dall’azienda negli ultimi mesi. In particolare, il presidente del Cda ha sottolineato l’importante azione messa in atto in tema di fitti passivi, avviata a cominciare dal capoluogo.