Rugby: sì agli allenamenti, ma bisogna disinfettare o cambiare il pallone alla fine di ogni azione…

La Commissione Tecnica Federale FIR, sentito il parere favorevole della
Commissione Medica, ha approvato una modifica al Protocollo per la
ripresa dell’attività del rugby di base.
A PARTIRE DA LUNEDÌ 8 GIUGNO 2020 SARÀ POSSIBILE EFFETTUARE
ESERCITAZIONI CHE PREVEDONO IL PASSAGGIO DEL PALLONE PREVIAMENTE
DISINFETTATO.

La disinfezione del pallone dovrà essere effettuata al termine di ogni
esercitazione e/o azione di gioco con prodotti idonei. Secondo quanto
emanato dall’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri,
per gli sport di squadra “la pulizia potrà essere operata con panni
puliti in microfibra inumiditi con acqua e sapone, ipoclorito di sodio
0,1%, oppure con alcool etilico al 70-75% con successiva asciugatura”.
A tal fine è raccomandato l’uso di contenitori che contengano da una
parte i palloni disinfettati pronti ad essere utilizzati e dall’altra i
palloni utilizzati, da disinfettare. È raccomandata, inoltre, pulizia e
disinfezione delle mani con soluzioni certificate, al termine di ogni
esercitazione/azione di gioco.

Per tutto quanto non espressamente indicato, restano in vigore le
disposizioni contenute all’interno del protocollo FIR per la ripresa
degli allenamenti in sicurezza. Una versione modificata del Protocollo
sarà disponibile entro domenica 7 giugno su federugby.it.