Ancora guai per Enzo Bianco: indagato dalla Procura di Catania con altri 29

L’ex Sindaco di Catania Enzo Bianco difficilmente dimenticherà questo mese di Giugno post Covid-19.

Come riporta Sudpress, anche la Procura distrettuale di Catania guidata dal Procuratore Capo Carmelo Zuccaro ha depositato all’ufficio del Giudice delle Indagini Preliminari la richiesta di rinvio a giudizio per trenta degli indagati mentre per sei indagati ha chiesto l’archiviazione.

Tra i trenta indagati spicca Enzo Bianco, nella qualità di ex Sindaco, e diversi assessori delle giunte Bianco oltre ai componenti del collegio dei revisori dei conti e alcuni funzionari apicali del Comune di Catania.

L’inchiesta si fonda sulle indagini esperita dal nucleo “Pef “ della guardia di finanza di Catania e concluse nel mese di Novembre 2019.

Dalle risultanze delle indagine la procura ha potuto contestare agli indagati l’ipotesi del reato di falso ideologico finalizzato ad occultare la reale situazione finanziaria del comune e li ritiene i maggiori responsabili del dissesto del Comune di Catania, dichiarato con la deliberazione del consiglio comunale n.37 del 12-12-2018.

L’accusa contesta pure agli indagati di

-aver previsto nei bilanci delle poste di previsioni di entrate non fondate, incoerenti e spropositate rispetto al consuntivo dell’anno precedente;

-avere sottostimato le previsioni di spesa in diversi missioni di bilancio di spesa e omesso l’adeguata copertura finanziaria necessaria a soddisfare i debiti fuori bilancio maturati negli anni precedenti.

Il deposito della richiesta di rinvio a giudizio presso il GIP di Catania è stata notificata, da parte della Procura della Repubblica di Catania, anche alla Corte dei Conti.

Spetterà alla presidenza dei GIP assegnare il fascicolo al Giudice che dovrà valutare la richiesta di rinvio a giudizio e fissare i termini per la trattazione dell’udienza.

Di sicuro per l’ex Sindaco Bianco e molti dei suoi assessori si prevede un’estate caldissima.