“Pulvirenti vattene”: striscioni appesi nella notte dai tifosi del Catania

“Pulvirenti vattene”. Si sveglia con questa scritta la città di Catania. Il tifo organizzato rossazzurro ha trascorso quasi l’intera notte, dalle 2.00 alle 5.00, ad appendere striscioni in ogni zona della città che invitano (o meglio intimano…) il patron Pulvirenti ad abbandonare il timone.
Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, con questo gesto i sostenitori avrebbero voluto manifestare ancora una volta il loro dissenso verso l’attuale proprietà e le sue discutibili scelte, da ultimo quella di partecipare ai playoff in queste condizioni economiche precarie, oltre che psicofisiche. Secondo questa frangia della tifoseria, Finaria dovrebbe cedere il club e il titolo sportivo quanto prima mentre la dirigenza etnea dovrebbe preservare le possibili entrate di Torre del Grifo per pagare giocatori, dipendenti ed altri creditori, non per disputare gli spareggi.
Come abbiamo scritto ieri (Il Catania giocherà i playoff… e i debiti di oltre 20 milioni?), è vero che l’adesione ai playoff è una scelta avventata, che comporta dei costi non indifferenti, ma è vero anche che in caso di promozione il Catania conterebbe su introiti importanti. Ma la promozione in B, per adesso, è soltanto un miraggio. A conti fatti, dunque, i tifosi hanno preferito schierarsi in modo sempre più compatto contro la politica manageriale di Nino Pulvirenti.