La Renault 4 degli artisti avvistata alla Plaia e in via Etnea…

A volte ritornano …

Resterà nella storia del lockdown del Covid19 la Renault 4 stracolma di bagagli che dalla Francia arrivò ad Acitrezza passando per lo stretto di Messina facendo infuriare il sindaco di Messina Cateno De Luca che si scagliò contro il Governo e il Ministro dell’interno Lamorgese.

Oggi i giovani artisti di strada francesi, con molto meno bagagli al seguito, hanno trascorso l’intera giornata nella città dell’elefante.

In mattinata un bel bagno ristoratore nel litorale della Plaia, per l’esattezza presso la spiaggia libera n.3, nel tardo pomeriggio si sono intrattenuti nel salotto buono della città, cioè la Via Etnea per poi spostarsi in altra località.

La nostra redazione dopo aver imboccato la A18 a San Gregorio in direzione Messina ne ha perso le tracce.

Autostrada A18- Caselli di San Gregorio.

Ovviamente ciò ha ingenerato nei social un pullulare di ilarità e battute che di certo non mancano ai catanesi e quella che ha destato maggiore ilarità e il commento di Giuseppe Sottile “di quanti soldi spendono di benzina si potevano comprare una casa…ihiii”.

A pensarci bene …..è vero!!! ma sono degli artisti di strada e la loro mission è quella di essere nomadi.