Vietato fare il bagno ad Aci Castello: e ci vanno di mezzo i lidi Acquarius e La Risacca (almeno per il momento…)

Sbalorditi. Delusi. Ma anche incavolati. Il divieto di balneazione temporaneo per la presenza di alti valori di enterococchi disposto dal Comune di Aci Castello per il tratto di costa che va dal Castello Normanno fino a tutto il lido ‘La Risacca’, ha creato non poca amarezza fra i clienti dei Lidi balneari coinvolti, Acquarius e La Risacca per uno stop assolutamente inatteso; oltre che il disapunto di proprietari e gestori. Lidi che restano comunque aperti ma col divieto di balneazione.

La comunicazione è stata resa nota dopo che il dipartimento di Prevenzione dell”Asp di Catania ha comunicato la presenza di valori di enterococchi che andavano oltre i limiti consentiti dalla normativa vigente.

L’ordinanza è stata notificata ovviamente ai titolari dei lidi Aquarius e La Risacca, che “sono tenuti ad esporre il provvedimento e a far rispettare il divieto ai fruitori delle strutture balneari”.

“Sarà apposta idonea segnaletica – conclude la nota – indicante il divieto temporaneo all’inizio e alla fine del tratto interessato. Nei prossimi giorni l’Asp Catania procederà a nuove analisi”.

Un danno economico e di immagine non indifferente, affermano gli addetti ai lavori, capitato proprio all’inizio di una stagione estiva già complicata per le vicende legate al coronavirus.