Movida senza regole a Catania: 6 locali sanzionati e chiusi, Chiosco bar multato 2 volte in un giorno

Rispetto delle regole e delle norme? Non per tutti. Durante il fine settimana a Catania la Polizia Municipale al comando di Stefano Sorbino, ha effettuato diversi servizi di controllo nella movida del centro storico per verificare il rispetto dell’ordinanza del sindaco Salvo Pogliese che impone, tra i vari obblighi, la cessazione delle esecuzioni musicali alle ore 24.00 e la chiusura dell’attività alle ore 02.00. Durante i consueti sopralluoghi delle pattuglie notturne tra venerdì, sabato e domenica notte è stato accertato che ben sei esercizi commerciali del centro storico, ubicati in via Teatro Massimo, via Gemmellaro, via Landolina, via Auteri, piazza Giovanni XXIII e via Coppola, risultavano aperti e in pieno esercizio ben oltre l’orario consentito, alcuni addirittura dopo le 4.00 del mattino. Ai sei esercenti (alcuni hanno vivacemente contestato la violazione) è stata applicata sia la multa di 400,00 euro, oltre alla sanzione accessoria della chiusura immediata dell’attività per 5 giorni.

E ancora, sempre nel fine settimana, in esecuzione delle direttive di contrasto all’abusivismo del sindaco Pogliese e dell’assessore Porto, tre operatori commerciali sono stati sanzionati in via Segantini, via Vittorio Emanuele e via Gemmellaro, per aver occupato il suolo pubblico in assenza di autorizzazione amministrativa. Altrettanta sorte è toccata a due chioschi bar mobili in piazza Europa – uno dei quali incredibilmente è stato sanzionato per ben due volte nella stessa giornata di sabato – per aver occupato abusivamente il suolo pubblico e aver trasformato la loro autorizzazione itinerante in permesso a posto fisso.

Complessivamente sono state elevate sanzioni amministrative per oltre 5.000,00 euro.