Musumeci chiarisce: “Fare mettere piede in Sicilia ai migranti? Sarebbe da irresponsabili…”

Sono 28 i migranti risultati positivi al Covid-19 tra i 211 salvati in acque internazionali dalla nave della Ong tedesca Sea Watch. Le persone sono state trasferite sul traghetto-quarantena Moby Zazà in rada a Porto Empedocle (Agrigento) e sono state tutte sottoposte a tampone. A far scattare l’allarme è stato il ricovero avvenuto subito dopo lo sbarco dalla Sea Watch di uno dei migranti, originario del Camerun, nel reparto malattie infettive dell’ospedale «Sant’Elia» di Caltanissetta dove i medici hanno scoperto la sua positività.
Il presidente Musumeci è chiaro e perentorio, senza peli sulla lingua: “Sarebbe da irresponsabili far  mettere piede in Sicilia ai migranti, anche solo per un giorno, fintanto che duri l’emergenza Coronavirus nel mondo. Lo ripeto da oltre due mesi: il governo centrale prenda in locazione alcune navi adeguate ed attrezzate e le tenga a disposizione in rada. È lì, a bordo, che i servizi sanitari della mia Regione, in collaborazione con la Croce rossa, effettueranno i controlli necessari ed adotteranno le misure del caso. Siamo tutti impegnati – e deve esserlo anche lo Stato – a continuare ad accertare le condizioni di salute di queste sventurate persone, ma anche a garantire serenità e sicurezza alla comunità siciliana ed ai turisti che  si apprestano ad arrivare sulla nostra Isola”.
Lo dichiara con fermezza il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.