Acireale Calcio, crowdfunding e mercato in vista della nuova stagione

Si lavora sodo in via kennedy, presso la sede dell’Acireale Calcio per programmare la prossima stagione di serie D.

Il direttore Fasone, il ds Chiavaro e il resto della truppa granata procedono nella programmazione della prossima stagione.

«Abbiamo iniziato in anticipo, lavoriamo sodo perchè vogliamo raggiungere risultati importanti», ci dice Fasone, «in città c’è entusiasmo, stiamo collaborando anche con l’amministrazione e dalla prossima settimana avremo il permesso di far allenare i ragazzi su un campo diverso dal Tupparello».

Il direttore non ci dice quale, ma verosimilmente la struttura dovrebbe essere quella nella frazione di Guardia, recentemente riqualificata.

La prossima settimana inoltre verrà lanciata la nuova campagna per le sottoscrizioni all’associazione “Noi siamo Acireale”, punto fermo di questa società. Campagna che verrà presentata Mercoledì pomeriggio alle 19:00 presso il cortile del S.Luigi.

Si lavora anche sulla composizione della nuova rosa, difficile estorcere qualche nome ad Agatino Chiavaro in merito al mercato in entrata, senza sbilanciarsi il ds ci rivela l’interesse della società verso Devis Nossa e Talla Souare.

Nossa, classe 1985, difensore, ha già vestito la maglia granata nel 2005-06, (anno della retrocessione in c2 dei granata) arrivando in prestito dalle giovanili dell’Inter, attualmente è in forza al Rende.

Souare è invece un attaccante senegalese, classe 1997, avrebbe un altro anno di contratto con il Potenza ma a quanto pare anche lui potrebbe indossare la maglia granata nella prossima stagione.

Per quanto riguarda le riconferme, ottenute quelle di Rizzo, Savanarola e Ott Vale si cerca adesso quella degli altri protagonisti della scorsa stagione. Un nome importante è quello del numero 1, Luciano Pitarresi, il giovane portiere grazie a prestazioni eccellenti è entrato nei cuori dei tifosi granata, la riconferma a quanto pare è legata principalmente alla volontà del calciatore, la piazza nel frattempo attende, tenendo a freno l’entusiasmo e la voglia di tornare allo stadio per quella che promette di essere una stagione esaltante.