Morto Ennio Morricone, il cinema dice addio al suo più grande compositore


Morto la scorsa notte a seguito di una caduta, Ennio Morricone, all’età di 91 anni, lascia il Cinema orfano del suo più grande e noto compositore. Secondo le sue volontà i funerali si terranno “nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza”.

Autore delle più belle e famose colonne sonore del cinema, come Per un pugno di dollari, MissionC’era una volta in America e Nuovo cinema Paradiso, Morricone è stato riconosciuto da molti come il più grande compositore della storia. Tarantino non esitò infatti a definirlo migliore di Mozart e Beethoven.

Nato a Roma il 10 novembre 1928, inzia la sua carriera nel cinema con il film di Luciano Salce Il federale nel 1961. Nel 2007, dopo più di quarant’anni di attività, riceve l’Oscar alla carriera come forma di riconoscimento del suo percorso e del suo contributo al Cinema. Nel 2016 vince poi anche l’Oscar alla miglior colonna sonora per il film The Hateful Eight.

Fino all’ultimo ha dedicato la sua vita alla musica e fino all’ultimo è stato esempio di grande moderatezza e integrità. Il maestro ci lascia con la medesima compostezza che ha fatto da perno alla sua esistenza, scrivendo nel testamento le parole “non voglio disturbare”.