Catania, risoluzione consensuale con Sottil: il tecnico è già pronto per Pescara

Il libro paga del Catania si alleggerisce un po’. L’ex tecnico rossazzuro Andrea Sottil ha infatti risolto consensualmente il contratto con il club di via Magenta per approdare al Pescara al posto dell’esonerato Nicola Legrottaglie. Hanno abbandonato il timone anche il collaboratore tecnico Salvatore Gentile ed il preparatore atletico Cristian Bella, che seguiranno l’allenatore piemontese nella sua nuova avventura in Abruzzo.
Sottil, esonerato dalla panchina del Catania nel mese di febbraio 2019 e richiamato per i playoff dopo la parentesi Novellino, è stato sollevato dall’incarico per la seconda volta a luglio dello scorso anno. E’ rimasto tuttavia a libro paga della società fino a ieri e, se non avesse risolto il contratto, sarebbe rimasto legato al club etneo per un altro anno.

Il 30 giugno è stato cancellato dalla lista anche Andrea Camplone, per scadenza di contratto. Il tecnico pescarese era stato esonerato il 21 ottobre 2019 dopo la disfatta per 5-0 a Vibo Valentia ma è stato retribuito dalla società fino alla settimana scorsa. Ad oggi gravano sulle casse rossazzurre soltanto Lucarelli ed i suoi collaboratori, il cui futuro sarà definito nelle prossime settimane.

Ricordiamo che entro il 15 luglio la società dovrà versare gli stipendi di gennaio, febbraio, marzo, aprile e maggio a tesserati, dipendenti e collaboratori del settore sportivo titolari di contratti con compensi annui lordi non superiori ad euro 26.644,00. In mancanza, il Catania sconterà almeno 2 punti di penalizzazione in classifica nella prossima stagione. Stagione che potrebbe persino saltare se entro il 5 agosto non avrà tutta la documentazione in regola, compresa quella relativa agli stipendi. Ma è ancora presto per parlarne. Il 23 luglio si giocherà la partita più importante, quella in Tribunale. Quella che deciderà le sorti della matricola 11700.