La Sigi trema e mette fuori gli indagati: le prime reazioni

Questa mattina un fulmine a ciel sereno ha scosso la tifoseria rossazzurra con la notizia dell’arresto di alcuni membri della Sigi, la società che vorrebbe acquisire il Calcio Catania. L’operazione Fake Credits condotta dalla GdF per associazione a delinquere ha portato a delle misure cautelari e ha coinvolto, tra i tanti, Antonino Paladino, socio e vicepresidente vicario della Sigi, Giuseppina Licciardello, membro della Sigi e Renato Balsamo, presidente del cda Sigi.

Nonostante però l’inchiesta non riguardi in maniera diretta la Sigi ma la Confimed Italia di cui Paladino è presidente, quel che è certo è che l’indagine avrà delle ripercussioni anche per la cessione del Catania. La volontà della Sigi ad oggi resta quella di continuare a partecipare all’asta ma gli umori della piazza non sono dei migliori. Tanta la delusione, lo sconcerto e il rammarico da parte della tifoseria rossazzurra di fronte a un ulteriore ostacolo che si presenta davanti alla cessione societaria in un momento in cui le sensazioni generali erano più ottimiste dopo la pubblicazione del bando da parte del Tribunale di Catania.

Una notizia che sicuramente intacca l’immagine del gruppo Sigi e mette a rischio la credibilità dell’operazione dal momento che Paladino, attualmente in carcere, era stato uno dei pilastri della cordata insieme a Pagliara e Pellegrino. Palpabile lo sconforto di una città intera per quella che doveva essere la fine di un’era e l’inizio di un nuovo corso basato sulla legalità ma che attualmente non parte con il piede giusto. Condivisa dai più l’idea che l’unica speranza di salvare la matricola si sia infranta e che questa notizia faccia ricadere il Catania dentro un tunnel senza uscita. La tifoseria adesso attende delle risposte e delle garanzie mentre il 23 luglio si avvicina sempre di più. Ora toccherà aspettare le prossime ore per sapere quali saranno le mosse attuate dalla Sigi (certa l’espulsione degli indagati dalla società) dopo la riunione straordinaria indetta nel corso della mattinata.