Acquisto Catania: la Sigi vieta l’ingresso a imprenditori con pendenze giudiziarie

No a soggetti con pendenze giudiziarie. La Sigi (Sport Investiment Group Italia) non molla di un centimetro, soprattutto dopo quello che è avvenuto venerdì scorso, con l’operazione di polizia che ha coinvolto tre commercialisti (per evasione fiscale) che facevano parte della Sigi solo sulla carta – Paladino, Sanfilippo e Balsamo – visto che non avevano versato alcuna somma. Vicenda chiusa con i 3 commercialisti con il “self-cleaning”. Raccogliendo voci di corridorio, sembra inoltre che qualcuno stia spingendo per favorire l’ingresso di Francesco Russo Morosoli (imprenditore catanese con problemi giudiziari) come possibile nuovo socio Sigi.
Sulla reale possibilità che ciò avvenga, non c’è alcun riscontro, anche se voci di corridoio, confermerebbero che Russo Morosoli vorrebbe aderire (avrebbe chiesto il 51%) ma ad oggi come confermano dalla Sigi, non c’è nessun presupposto perchè la Sigi vieta l’ingresso a soggetti con pendenze giudiziarie; pare che lo stesso Russo Morosoli abbia sussurrato ad alcuni giornalisti la sua “piena” disponibilità, ricevendo però un netto diniego.