Contrordine per chi viaggia in aereo: i trolley si possono portare in cabina…

Contrordine. Per chi viaggia in aereo si possono portare nuovamente i trolley in cabina. Lo ha detto la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, intervenuta questa mattina a ‘Radio anch’io’: “Questo aspetto anche a me era sembrata una misura anomala, che è stata assunta” dalle linee aeree “e aveva una sua ratio: nel momento in cui si mettono i trolley nelle cappelliere si producono assembramenti e contatti. L’aria viene sanificata in cabina: appena si accendono i motori – ha spiegato – inizia la sanificazione permanente”. Con il divieto “si volevano evitare vicinanza” tra i passeggeri “e lungaggini, che comunque non vanno mai sopra i 15-20 minuti, che è il tempo in cui avviene il contagio”. E comunque “adesso il trolley si può portare“. Intanto Carpisa vuole chiedere i danni all’Enac per danno economico, visto che la “decisione autonoma di Enac, non sollecitata da alcun protocollo sanitario né replicata altrove, ha causato un grave danno anche alle aziende che producono valigie realizzate apposta per essere imbarcate sugli aerei”, scrive in una nota Gianluigi Cimmino, ceo di Pianoforte Holding, il gruppo che include Yamamay, Carpisa e Jaked.