Palermo sott’acqua, violentissimo nubifragio: due vittime in viale Da Vinci

Un nubifragio violento ha investito Palermo dal primo pomeriggio allagando la città proprio nel giorno del Festino. Due le vittime che viaggiavano all’interno della stessa auto, rimasta impantanata in viale Leonardo Da Vinci  sarebbero annegati all’interno dell’abitacolo. Due bambini sono se stati ricoverati in ospedale per ipotermia. Decine di auto infatti sono rimaste impantanate in via Brunelleschi, a piazza Ingastone, in via Messina Marine vicino al Buccheri La Ferla, ma anche vicino agli ospedali Civico e Policlinico. Lunghe code in viale Regione Siciliana per i sottopassi allagati. Oltre 150 le chiamate ai vigili del fuoco inpoco più di 2 ore, numerose le infiltrazioni d’acqua negli appartamenti. La bomba d’acqua che ha colpito la città come altre città (a Catania in maniera meno violenta) in tutta l’isola non era stata preannunciata e quindi non erano attive le normali misure di prevenzione previste in caso di allerta meteo. Peraltro i sommozzatori dei vigili del fuoco sono riusciti a salvare una giovane automobilista rimasta intrappolata nell’auto sommersa dall’acqua in via Imera;  sul luogo sono intervenute due squadre dei vigili del fuoco e i sub che sono riusciti ad arrivare alla vettura e tirare fuori la donna. Altri automobilisti non più giovanisimi sono stati soccorsi in altre parti della città. Numerosi gli allagamenti di esercizi pubblici. (foto palermomobilita.org)