Finaria dichiarata fallita dal Tribunale: salta il bando per l’acquisto del Catania?

Finaria è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Catania. Si parla di “dissesto aggravato” per la holding di Nino Pulvirenti e inpratica non è stato accettato il concordato. A questo punto non c’è certezza sull’immediata conseguenza di questo provvedimento in particolare sul bando competivito previsto per giovedì 23 luglio, nella sezione fallimentare del Tribunale di piazza Verga, per l’acquisto del Catania Calcio, sulla base d’asta di 1 milione e 304 mila euro. Che fine farà il Catania Calcio, di cui Finaria detiene il 95% delle quote societarie? A marzo, lo ricordiamo, era stata presentata dagli avvocati di Finaria la domanda di concordato preventivo in bianco, tanto che il Tribunale aveva nominato due commissari liquidatori (Leggio e Notarbartolo). La Sigi che da 6 mesi sta lavorando per acquistare e dunque salvare il Catania Calcio (capeggiata dall’avvocato Giovanni Ferraù e da Maurizio Pellegrino), è in trepida attesa. Gli scenari? Esercizio provvisorio? Chissà. Oppure potrebbe esserci la “scappatoia” per la trattativa diretta col curatore fallimentare? Oppure, in ultima analisi, accertatto il fallimento, ripartenza dalla Serie D con una società nuova di zecca? In questo caso il bando per formare una nuova relatà calcistica, sarebbe gestito direttamente dal sindaco Salvo Pogliese.