Bomba d’acqua e tromba d’aria nel Catanese

Sono stati sufficienti appena 15 minuti di pioggia torrenziale per mettere in ginocchio diversi comuni della provincia di Catania in special modo nel Calatino.

E’ stata una vera è propria bomba d’acqua accompagnata da una tromba d’aria a far temere il peggio nei territori del Catanese tra Ramacca e Scordia.

Sono già due le persone soccorse e messe in salvo, in altrettanti interventi, eseguiti dai vigili del fuoco intervenuti anche con il nucleo sommozzatori a Scordia: una che era rimasta intrappolata all’interno della sua auto, e un anziano che era riuscito a liberarsi dalle furia delle acque e a salire sul tetto della propria vettura.

A Ramacca il vento ha letteralmente scoperchiato la copertura di una casa di riposo di Via Erike con gli anziani messi in salvo dal personale della struttura.

La copertura della casa di riposo scoperchiata a Ramacca

Sul posto stanno operando anche carabinieri, volontari e personale medico del 118.

Invece a Scordia le strade si sono trasformate in vorticosi torrenti per la grande quantità di precipitazioni che si sono riversate a valle del paese.

Diligentemente il comune di Scordia sulla propria pagina Facebook con lungo post aveva diramato l’allerta meteo invitando la popolazione ad un comportamento prudenziale e consigliando di lasciare le proprie abitazioni solo in caso d’emergenza.

Violenti temporali si sono registrati anche in altre aree del Catanese, come la fascia Ionica dove si registrano diversi interventi dei vigili del fuoco sono nell’Acese per allagamenti e alberi divelti.

Di seguito alcuni video che testimoniano la drammaticità del pomeriggio vissuto a Scordia- tratti dalla pagina Facebook scordia.info

Fonte foto pagina Facebook scordia.info