Escort positiva: “Fate i test a costo di litigare con vostra moglie”

C’è allarme a Modica, in provincia di Ragusa, per un possibile cluster di Covid19 con in corso un’imponente e accurata indagine epidemiologica da parte dell’azienda sanitaria provinciale per ricostruire la mappa dei contatti di una donna peruviana che ha avuto nelle ultime settimane.

La donna di origine peruviana, che di professione fa la escort, è risultata positiva al Covid 19 ed è stata ricoverata nell’ospedale di Foligno (Perugia). La stessa si era trasferita da Modica (RG) in Umbria, da qualche giorno dove si è sentita male accusando i sintomi classici del Covid19.

Dalla ricostruzione epidemiologica dei sanitari Umbri è emerso che la donna aveva trascorso gli ultimi 15 giorni a Modica, nel Ragusano, dove aveva preso in affitto un monolocale per il ricevimento di diversi clienti su appuntamento. I medici stanno ricostruendo tutti i suoi movimenti, a cominciare dai mezzi di trasporto utilizzati per raggiungere l’Umbria. La donna avrebbe preso l’autobus per Catania e quindi il treno fino a Foligno.

Il Sindaco della cittadina Ignazio Abbate, ha rivolto un messaggio ai suoi concittadini: «Due o tre clienti al giorno per dieci giorni fanno 20-25 venti persone che possono aver contratto il virus e averne contagiate altre a casa o al bar. Il mio appello è rivolto a chi ha avuto rapporti con quella donna: andate a fare i test. Anche a costo di essere messi alla porta dalle mogli»

Anche le autorità sanitarie fanno sentire la loro voce e più che di un appello lanciano un invito perentorio «Se qualcuno a Modica avesse il sospetto di essere venuto a contatto con la donna è obbligato a segnalarlo all’Asp di Ragusa per essere sottoposto a tutti gli accertamenti del caso al fine di evitare ulteriori e potenziali contagi»

Fonte foto leggo.it