Catania, lo sfogo liberatorio dei tifosi: “Noi ci saremo, abbonamenti subito…”

Da oggi il 23 luglio 2020 entra nella storia del Calcio Catania. Una giornata lunga, interminabile e che, dopo tanti mesi, mette fine alle preoccupazioni e alle paure di migliaia di tifosi rossazzurri che finalmente possono scacciare lo spettro fallimento e vedono salva la matricola 11700. Immancabili infatti, erano in parecchi ad essere presenti a piazza Verga, fuori dal Tribunale, già da prima dell’apertura delle buste fissata alle 11, in attesa di sapere il verdetto dell’asta competitiva. Durante l’attesa durata circa un’ora, era palpabile la tensione nonostante tra i più fosse diffuso, fin dal primo minuto, un cauto ottimismo e una speranza verso l’acquisizione della società da parte della Sigi e l’avvio di un nuovo ciclo. Ufficialità poi arrivata verso alle 11,50 che ha fatto esplodere di gioia i diversi sostenitori presenti che hanno circondato l’avvocato Giovanni Ferraù all’uscita dal Tribunale. Tra cori di ringraziamento e di sostegno per l’inizio di questa nuova era, non sono mancate le lacrime di gioia da parte di chi vive il Catania dalla nascita e prende a cuore le sorti della squadra della propria città. Tanta la felicità da parte della tifoseria che, superato questo ostacolo, pensa alla prossima stagione e chiede già l’avvio della campagna abbonamenti certi che manterranno una promessa: la prossima stagione, immancabili, saranno al loro posto, sui gradoni del Massimino, sempre a sostegno dei colori rossazzurri.