Elvira Seminara svela i “Segreti del giovedì sera”

Bronte. Dopo la ripartenza post-lockdown con il dibattito di notevole successo con il costituzionalista Agatino Cariola, ecco un nuovo appuntamento per martedì 28 luglio (ore 18.30) della manifestazione “Percorsi culturali in Pinacoteca” con protagonista la scrittrice Elvira SeminaraSarà presentato il suo nuovo romanzo: “I segreti del giovedì sera”, edito da Einaudi. Il dibattito si svolgerà nel pieno rispetto del distanziamento sociale e delle normative vigenti in questa fase storica.

Nel suggestivo scenario della “Pinacoteca Nunzio Sciavarrello”, guidata dal Presidente Carmelo Indriolo, i “percorsi culturali” continueranno dunque con una tappa incentrata su “Letteratura e contemporaneità”.

La manifestazione organizzata dal presidente Indriolo e coordinata sul piano culturale dal giornalista Salvo Fallica, avrà dunque al centro del dibattito un tema che interseca narrativa, mondo sociale, filosofia, storia e scienze sociali. E vi sarà nelle vesti di “critico letterario inedito” Giovanni Camardi, professore di Logica e Filosofia della Scienza all’Università di Catania. Spiega il presidente Indriolo: “Ancora una volta il filo rosso della nostra manifestazione è la cultura interconnessa con l’esistenza individuale e con la dimensione della collettività ed in questo caso rifletteremo sul rapporto fra letteratura e società, su narrativa e vita, anche da una ottica filosofica”. Salvo Fallica aggiunge: “E’ la cultura vista in una dimensione multidisciplinare, l’esistenza umana va interpretata nella sua complessità, l’essere umano vive una pluralità di esperienze e non ha una unica dimensione”.

La creatività narrativa della scrittrice Elvira Seminara si collega perfettamente alla filosofia di “Percorsi culturali in Pinacoteca”, una sinergia fra letteratura, storia, arte, psicologia, scienza, costume sociale. Nel suo romanzo Seminara spazia con fluidità scritturale dal racconto dei luoghi naturali ed urbani alla fisica teorica, dalla teoria quantistica all’analisi psico-sociale. Protagonista del romanzo è una donna di 59 anni, la sua vita, la sua generazione.

Il titolo del nuovo dibattito è non a caso: ”Il romanzo di una vita. Il racconto di una generazione”, legato al nucleo centrale del nuovo ed originale libro della Seminara.

L’evento sarà introdotto dal presidente Carmelo Indriolo. Il dialogo con la scrittrice Elvira Seminara e con il professore Giovanni Camardi nelle vesti di “critico letterario inedito” sarà moderato e condotto da Salvo Fallica.

Saluti istituzionali del Sindaco di Bronte Graziano Calanna e del Rettore dello storico Real Collegio Capizzi, il sacerdote Nunzio Capizzi.