Aiutateci a rintracciare il “pirata” che ha ucciso Arturo

Un drammatico incidente stradale si è verificato intorno alle 3 di notte di domenica 26 in viale Kennedy, nei pressi del locale “Discus”, nel quale un pirata della strada ha investito e ucciso, mentre attraversava la strada dandosi alla fuga senza prestare nessun soccorso, un giovane militare della base di Sigonella di soli 22 anni.

La vittima si chiamava Arturo Rivera e proveniva da Long Beach (California) e si era arruolato nella Marina Usa nell’ottobre del 2018 ed aveva preso servizio a Sigonella il 13 novembre del 2019.

Da subito la polizia municipale di Catania ha avviato le indagini per rintracciare e assicurare alla giustizia il pirata della strada.

In queste ore arriva pure l’appello della comunità americana di stazza a Sigonella che con un comunicato, da parte del comandante dell’ospedale navale, invoca anche in forma anonima notizie utile a stabilire l’esatta dinamica e assicurare il colpevole alle patrie galere.

Piangiamo la morte di uno dei nostri – ha dichiarato il capitano di vascello Denise Gechas, comandante dell’ospedale navale – in questo tragico incidente. Il paramedico Arturo Rivera era un eccellente marinaio che mancherà a tutti i commilitoni, ai colleghi e ai responsabili del Comando. Stiamo dando il massimo supporto alla famiglia Rivera e ai marinai coinvolti nonché agli amici ed ai colleghi di Rivera. Chi ha visto qualcosa lo dica”.

Mentre le indagini della autorità proseguono anche con l’utilizzo delle tante telecamere di sicurezza installate in zona per cercare di risalire all’investitore, ecco l’invito a fornire indicazioni utili da parte di chi può avere assistito all’incidente.

“Se siete stati testimoni dell’incidente in questione o se siete in possesso di informazioni utili alle indagini, siete pregati di contattare la polizia municipale di Catania oppure il servizio investigativo criminale navale (Ncis) al numero +39 335-848-4145 oppure lasciare una testimonianza anonima al seguente sito www.ncis.navy.mil“.