Carlo Cittadino offre alcuni “suggerimenti” al collega e neo sindaco Roberto Bonaccorsi…

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che Carlo Cittadino, commercialista e revisore dei conti, ha inviato in redazione, a SicraPress.

“Prima di inviare alcuni semplici suggerimenti al Neo Sindaco di Catania, una considerazione sulle non dimissioni del dr. Salvo Pogliese:

In America, Germania, Francia e tanti altri  Stati del Mondo, il politico con incarichi di Governo,  Amministrazioni Locali ed infine anche partecipate a qualsiasi livello, RIMETTE IL PROPRIO MANDATO con irrevocabili dimissioni e scuse all’opinione pubblica solo per aver ricevuto dalla Magistratura competente avvisi di indagini e/o rinvii a giudizio ed in alcuni casi  (vedi America) il Politico si dimette anche per reati cosiddetti minori… vedi non versamenti di contributi, multe automobilistiche per eccesso di velocità in stato di ebrezza etc… 

A Catania e in Italia , altra musica !!! 

E anche se siamo certi che il sindaco Pogliese verosimilmente dimostrerà la sua estraneità ai fatti, stiamo parlando di condanna per peculato n primo grado per oltre quattro anni! 

Il  giovane  dott. Salvo Pogliese, non solo non si dimette, ma addirittura con un messaggio pubblicato da tutti i giornali cartacei e on line locali dopo ave elencato vane glorie per risultati ottenuti negli ultimi anni da parte della propria amministrazione omette che il sole 24 ore nella annuale pubblicazione ha inserito il Comune di Catania e ovviamente il sindaco Salvo Pogliese quasi all’ultimo posto nella graduatoria nazionale.

Che dire !! Stupore   e amara constatazione;   fra l’altro le opposizioni hanno risolto il tutto  con un semplicissimo comunicato di dimissioni e solo dopo dieci minuti, hanno ripreso la vita  ordinaria di sempre , cioè il NULLA.   

                                  A   questo punto non mi resta che rinnovare anche al NEO SINDACO DETTO PER POCO, il collega ROBERTO BONACCORSI, l’elenco delle principali azioni da intraprendere per sperare di avere una città di Catania più vivibile:

Nelle Uscite: 

– Ridurre le partecipate comunali   ( massimo sei ) con enormi risparmi per gettoni di presenza di Amministratori, Collegi varii , sedi , amministrazioni etc.. ;                                       

– Nominare  nuovi Dirigenti e ridurre il loro numero;                                     

– Creare un centro unico per le attività amministrative e contabili della città;                         – Eliminare i continui e numerosi straordinari e incarichi a progetto dei dipendenti comunali;  

– Diminuire il continuo ricorso all’anticipazione di cassa;                                  

– Ripensare le diminuire le numerosi sedi utilizzate dal Comune di Catania con  enorme risparmio dei fitti;                              

– Eliminare i Consulenti esterni a qualsiasi livello;

Nelle Entrate:

– Diminuire le aliquote dei tributi comunali ;                               

– Diminuire I costi sostenuti dalle famiglie per il welfare;          

– Diminuire i costi per la raccolta dei rifiuti urbani;

– Diminuire l’aliquota della Tassa di Soggiorno;

Buona fortuna e in bocca al lupo per i Tuoi 18 mesi…”.

Carlo Cittadino, commercialista e revisore dei Conti.