Methodos ambiziosa e allenamenti “divertenti” con la Fiamingo in vista di Tokyo 2021

Passione, tecnica, costanza, ma soprattutto divertimento. Per il maestro Gianni Sperlinga, parlare di scherma significa non poter prescindere da questi quattro valori, ormai considerati veri e propri cardini della scuola di scherma Methodos di Sant’Agata Li Battiati. Non appena è stato possibile, la scuola ha infatti riaperto i cancelli per riprendere le attività regolarmente, attenendosi ai protocolli e con l’obiettivo di concludere gli allenamenti entro il 31 luglio. Un mese di attività in più rispetto agli anni passati, è vero, ma per rimediare a quel mese di pausa cui l’emergenza Coronavirus ha costretto ogni atleta. Ma proprio perché sono passione e tenacia a portare lontano, molti bambini così come atleti più grandi hanno deciso di ritornare in pedana non appena possibile, magari per affrontare gli allenamenti con meno frenesia del solito.

Tra gli schermidori che non vedevano l’ora di varcare nuovamente la soglia della Methodos, anche la campionessa olimpionica Rossella Fiamingo. Nonostante infatti le Olimpiadi si terranno nel 2021, la schermitrice si allena almeno tre volte a settimana divertendosi a studiare la scherma ed ogni sua sfumatura con il maestro Sperlinga: “Non avendo l’assillo delle gare – commenta il maestro – gli atleti hanno la possibilità di provare le azioni con serenità, senza programmi stretti di carico e scarico fisico. Stiamo quindi lavorando molto sulla tecnica individuale, individuando tante sfumature. E nella scherma di spada, ogni sfumatura è un cambiamento. Stiamo portando avanti mille novità, e questo diverte molto sia me che Rossella. C’è l’atteggiamento giusto, perché a qualunque livello devi sempre cercare di divertirti.” Se da un lato manca dunque quel carico nervoso che ogni competizione o gara porta naturalmente con sé, dall’altro avere più tempo del previsto per allenarsi diventa fonte di ispirazione e divertimento, per chi vive di scherma per passione come in casa Methodos.

In vista dell’importante appuntamento con le Olimpiadi 2021, il maestro Sperlinga si sta inoltre adoperando per la realizzazione di un progetto altrettanto in grande: una sala di scherma con due impianti, realizzabile partecipando al bando Sport e Periferie” e usufruendo del “diritto di superficie”. La società sportiva, in questo caso la Methodos, si prenderebbe carico della costruzione dell’impianto su un terreno che il comune assegna alla società per 90 anni attraverso questo sistema legale, non dovendosi poi preoccupare di alcun altro onere. “Sto cercando presso tutti i comuni un terreno disponibile – racconta il maestro Sperlinga – ho parlato con degli amministratori e dobbiamo vedere la disponibilità nel creare una struttura di alto livello, di valenza mondiale. Se riesco a fare l’impianto prima delle Olimpiadi, di quell’impianto parlerà tutto il mondo perché faremmo qualche raduno della Nazionale, qualcosa di particolare per Rossella Fiamingo. Io mi sto dando molto da fare anche per riprendere i rapporti con il comune di Sant’Agata Li Battiati, per superare certi fraintendimenti che ci sono stati in passato. Io non ho remore con nessuno, e se il comune di Sant’Agata Li Battiati ha un terreno da concedere secondo il diritto di superficie, io sono ben contento di rimanere lì. È chiaro però che se Battiati non ha alcuna disponibilità, tutto questo devo poi farlo da un’altra parte.