Coronavirus: 42 nuovi casi in Sicilia (5 migranti): 16 solo a Palermo, 4 a Catania

Il trend non accenna a calare. Crescono infatti i positivi in Sicilia: sono 42 nell’ultima giornata, di cui 5 sono migranti in quarantena. Nella speciale classifica, la Sicilia per numero di nuovi infetti (esclusi i migranti), è alle spalle di Veneto, Lombardia e Liguria. I contagi nelle province sono così distribuiti: ben 16 a Palermo, 8 a Ragusa, 5 a Siracusa, 4 a Messina, 4 a Catania, 3 a Caltanissetta, 2 ad Agrigento. I tamponi processati sono stati 2.046. Preoccupa il caso di Palermo, perchè dei 16 nuovi casi 4 sono migranti trovati positivi a Lampedusa, 8 sono legati al cluster delle Poste di via La Malfa, 2 sono legati a un viaggio a Malta e altri due sono stati scoperti con un tampone pre-ricovero.

Da Siracusa arrivano notizie non confortanti. Scoperti tre casi di Covid19 a Noto ma il sindaco, Corrado Bonfanti, ammette che il numero potrebbe aumentare. Si registra infatti preoccupazione nel Siracusano per l’impennata della diffusione del Coronavirus, in particolare a Canicattini Bagni, nella zona collinare della provincia, dove si è scoperto un focolaio, originato dal rientro da una vacanza a Malta di un gruppo di giovani, 11 dei quali sono stati trovati positivi. L’Asp di Siracusa, inoltre, ha deciso di sottoporre ai tamponi 100 partecipanti ad una festa di compleanno, visto che gli invitati c’erano alcuni di quei ragazzi rientrati da Malta. A Portopalo, due giorni fa, il sindaco ha chiuso il Municipio per un caso sospetto di un dipendente comunale. Ad Augusta, il sindaco, Cettina Di Pietro, ha annunciato “che sono saliti a 5 i casi di contagiati nel territorio comunale”.