Gioele, 13simo giorno di ricerche: Viviana azzannata dai cani?

Proseguono senza sosta e per il tredicesimo giorno consecutivo, le ricerche del piccolo Gioele, di 4 anni. Anche oggi circa 70 persone tra vigili del fuoco, protezione civile, forestali, polizia, finanza, carabinieri del reparto cacciatori di Sicilia con droni e cani stanno perlustrando le campagne di Caronia e le zone limitrofe.

L’inchiesta condotta dalla Procura di Patti, tra le varie piste, sta analizzando una già vagliata dagli inquirenti e segnalata anche dalla famiglia di Gioele, cioè quella di una possibile aggressione subita da Viviana e dal piccolo Gioele da parte di cani o animali selvatici. Una tesi che sarebbe avvalorata dalla presenza sulle gambe della donna di alcuni morsi. Ieri è stato interrogato dagli inquirenti anche il proprietario di due rottweiler. Ma non è stato svelato il contenuto dell’interrogatorio.

“Forse Viviana – spiega un investigatore all’Adnkronos – dopo aver scavalcato il guardrail è stata sorpresa dai cani che avrebbero aggredito il bambino, che gridava per la paura. La donna ha provato a difendere il figlio ed è stata azzannata ad una gamba”.