Dopo la Russia anche la Cina lancia il “proprio” vaccino anti Covid

Dopo quella Russa arriva l’approvazione da parte delle autorità cinese per il vaccino contro il Covid-19 con il rilascio del brevetto che ne permette la commerciailizzazione.

Il vaccino Ad5-nCoV sviluppato dal gruppo di Tianjin CanSino Biologics assieme all’Istituto di Biotecnologia dell’Accademia di Scienze Mediche Militari cinese ha ottenuto l’approvazione del brevetto, aprendo la strada alla possibilità di produzione di massa in tempi rapidi nel caso di un ritorno dell’epidemia, secondo quanto riferisce la China National Intellectual Property Administration, citata dall’emittente televisiva statale China Central Television.

L’approvazione, ottenuta l’11 agosto scorso, “è un’ulteriore conferma dell’efficacia e della sicurezza” del candidato vaccino, ha commentato il gruppo di Tianjin in una nota citata dal tabloid Global Times. La notizia ha fatto volare il titolo in Borsa: nella mattinata di lunedì 17 agosto, CanSino ha guadagnato il 14% a Hong Kong, mentre a Shanghai, al termine della seduta mattutina, segnava un rialzo del 6,6%.