Scattate le verifiche sanitarie negli hotspot siciliani

Sono iniziate oggi le operazioni di verifica delle condizioni sanitarie all´interno degli hot spot che accolgono i migranti in Sicilia per verificare le condizioni di sicurezza sanitaria per gli ospiti, per il personale ivi operante e per la cittadinanza.


La protezione civile regionale sta dando supporto alla task force sanitaria messa in campo dall’assessore avv.Ruggero Razza in attuazione dell’Ordinanza del presidente Musumeci con cui ha disposto lo sgombero di tutti gli Hotspot e dei Centri di accoglienza esistenti e chiede al governo che attivi un ponte aereo per il rimpatrio dei migranti.

Gli esperti, professori universitari e tecnici di varie discipline sanitarie cooptati dalla Regione Sicilia, oggi sono stati impegnati a verificare i requisiti igienico sanitari presso l’hot spot di Pozzallo e il centro di accoglienza di Comiso, in provincia di Ragusa.
Nei prossimi giorni le verifiche proseguiranno con gli hot spot di Lampedusa e a seguire gli altri centri di accoglienza.

fonte foto profilo facebook dipartimento regionale Protezione civile sicilia