Messi, addio al Barcellona via fax ma i dirigenti negano il parametro zero: vogliono 700 milioni

Al giorno d’oggi rischiererebbe di essere classificata come fake news ma invece risulta al vero che Lionel Messi, 33 anni, ha annunciato al Barcellona che intende lasciare il club, a titolo gratuito .

La ‘Pulce’ avrebbe comunicato formalmente al club blaugrana la sua volontà di andarsene. Messi avrebbe preso la decisione dopo avere incontrato il nuovo allenatore Ronald Koeman e dopo una stagione flop in cui il Barcellona non ha alzato nemmeno un trofeo. La possibilità per il 6 volte Pallone d’Oro e vincitore di 4 Champion League, di lasciare il club alla fine di questa stagione sarebbe prevista da una clausola inserita nel suo contratto con i catalani secondo lo staff legale del numero 10 argentino.

Si profila un bel contenzioso tra il club e il giocatore riguarda le date: la clausola secondo il Barcellona scade una settimana dopo la finale di Champions League, quindi a fine maggio secondo il calendario della Uefa prima dello stop alle competizioni a causa del Coronavirus; secondo Messi, invece, la ripresa delle competizioni con l’estensione della stagione avrebbe prorogato il termine per esercitare la clausola al 31 agosto.

Intanto l’asso argentino, ha fatto recapitare al club catalano, attraverso i suoi legali, un fax certificato nel quale annuncia la sua intenzione di andar via e di farlo gratis, a parametro zero. Se la Pulce dovesse salutare il club blaugrana sarebbero pronte Manchester City, Inter, Psg, Newell’s Old Boy senza dimenticare le sirene milionarie della Mls. Per i bene informati, il Barcellona è pronto a trattare la cessione partendo dalla cifra della clausola rescissoria di 700 milioni.

L’ottimo rapporto tra Guardiola e Messi potrebbe essere la chiave di volta per vedere il campione argentino in Premier League la prossima stagione con la maglia del Manchester City. Si tornerebbe così ad unire una coppia che ha fatto le fortune del Barcellona. Anche se le voci sulla continua presenza del padre di Messi a Milano sono più di un indizio per il popolo nerazzurro.