Il Tar sospende l’ordinanza di Musumeci sull’emergenza Migranti

Il Governo di Roma ora si fa sentire. Il Tar di Palermo ha infatti accolto la richiesta di sospensione dell’ordinanza del presidente Nello Musumeci in tema di immigrazione. Richiesta dell’Esecutivo Conte che ha fatto ricorso contro l’atto firmato dal governatore siciliano che prevedeva la chiusura immediata degli hotspot e dei porti dell’Isola per un presunto rischio sanitario legato all’emergenza Covid e alla presenza degli stessi migranti.  Il Tar entra subito nel merito, anche nella sospensiva, bocciando  l’ordinanza del presidente della Regione nelle sue fondamenta; affermando che “Nessuna rigorosa istruttoria per dimostrare l’esistenza di un concreto aggravamento del rischio sanitario legato alla diffusione del Covid-19 tra la popolazione locale quale conseguenza del fenomeno migratorio”. Musumeci non è d’accordo con la decisione del Tar: “Quella adottata dal magistrato del Tar di Palermo è una decisione cautelare che non condividiamo e che è stata assunta senza neppure ascoltare la Regione; come può essere concesso a rischiesta della parte e come noi abbiamo formalmente chiesto, non avendo potuto depositare le nostre difese – sottolinea – tuttavia  se in pochi giorni sono stati trasferiti oltre 800 migranti è la dimostrazione che serve denunciare il problema ad alta voce. Sulla nostra competenza in materia sanitaria resteremo in prima linea”.