Club per scambisti, impossibile mantenere le distanze…

Controlli a tappeto nella capitale affinché venga rispettato il distanziamento sociale e dopo discoteche, ritrovi, ristoranti la scure della chiusura si è abbattuta in un noto ritrovo della capitale per scambisti di Testaccio.

Come riporta l’edizione locale del “Corriere della Sera”, sabato scorso i vigili urbani della Capitale sono intervenuti nel tempio romano degli scambi di coppia dopo aver avuto modo di visionare una pubblicità diffusa via internet.

Il club e di quelli esclusivi della capitale basta sapere che per poter partecipare alla serata hot, gli uomini non accompagnati devono pagare il ticket d’ingresso di 100 euro più la consumazione obbligatoria, mentre per le coppie il costo si aggira in 40 euro con due cocktail inclusi nel prezzo e per le donne non accompagnate il costo diventa di solo 10 euro.

I vigili hanno subito ipotizzato che in un’occasione del genere fosse impossibile mantenere il distanziamento sociale per contenere il contagio da coronavirus.

E infatti quando hanno bussato alla porta del locale, hanno trovato circa 60 persone alcune sedute ai tavoli, altre in pista, e altre ancora nelle ‘camere’ che non rispettavano il distanziamento (cosa che non è difficile da immaginare…) oltre a non indossare la mascherina in tutti gli ambienti del club e cioè il salone, il bar e le camere a luci rosse.

Nessuna sanzione per conviventi, coniugi e fidanzati. La multa è invece scattata per chi era impegnato nella pratica dello scambio di partner.

Svariate le reazioni dei clienti. In molti si sono infastiditi e hanno protestato a lungo nei confronti degli agenti della polizia locale intenti nell’elevare le sanzioni e c’è stato chi si è lamentato e ha persino chiesto dove potesse proseguire la serata rovinata dall’intervento dei vigili.

Dall’altro, c’è stato chi si è affrettato a dileguarsi per evitare problemi a casa. Il locale è stato chiuso per tre giorni e i titolari sono stati sanzionati per alcune irregolarità amministrative, tra cui la mancanza di permessi per il ballo e la somministrazione di alcolici.