Musumeci attacca i preti: “E poi vi chiedete perché la gente si allontana dalla Chiesa Cattolica…”

Non contento delle polemiche con il governo per là vicenda migranti il Presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, dal palco del meeting di DiventeràBellissima svolto ieri ad Agrigento, si scaglia contro la Chiesa è in particolare con quelli che lui definisce i “preti rossi” e arringa la platea con queste parole “E poi non vi chiedete perché la gente si allontana dalla Chiesa cattolica: quando cerca un sa- cerdote e si trova un gregario di Zingaretti o di Di Maio, a fare le prediche, a volte anche con la tonaca viola (quella in uso ai vescovi, ndr), qualche cattolico manda a quel paese i preti e decide di pregare per conto suo”.

Non risparmia neanche frecciate alle toghe e al sistema giudiziario «Non ci facciamo illusioni sul provvedimento al Tar del 17 settembre. È tutto già scritto, il governo centrale ha organizzato le proprie armate, ma noi siciliani siamo abituati a guardare oltre», dice ai cronisti.

È sempre in tema di migranti prende le distanze dalle idee della Lega di Salvini “Noi non vogliamo combattere i migranti. La gente in mare va sempre soccorsa, ma andremo avanti di fronte a questa emergenza sanitaria”.

Abbiamo messo Conte con le spalle al muro, afferma sempre Musumeci che la Sua Ordinanza non è infondata, ma per la prima volta è servita a far parlare i giornali del tema sanitario e del tema umanitario non è concepibile che dei 42 hotspot in Sicilia 38 non sono regolari” dice Musumeci.

Non dobbiamo permettere ai ragazzi di partire, ma dobbiamo fare come la storia del pesce: non dobbiamo regalare i pesci, ma dobbiamo insegnare loro a pescare conclude.