Ritrovarsi dopo 30 anni, senza troppa nostalgia a 50 anni…

di Sandro Gaglio

Ritrovarsi tutti appassionatamente dopo 30 anni. A Trecastagni, in un noto ristorante. Convocata una classe, la Quinta I (I come Imola) della scuola Superiore I.T.C. Statale “Carlo Gemmellaro” corso Indipendenza n. 229, Catania. All’epoca si chiamava Istituto Tecnico Commerciale per Ragionieri e Periti Informatici.

In sintesi e senza troppa nostalgia, va detto che alcuni di loro hanno proseguito nel solco  della specializzazione, divenendo rinomati “Commercialisti”, altri si sono affermati nell’imprenditoria privata ed oggi gestiscono attività commerciali di rilievo.

Qualcuno indossa la Divisa, chi è un Sovrintendente di Polizia, chi Capo Squadra dei Vigili del Fuoco mentre uno di loro è il Comandante della Guardia Costiera di Acireale; fra le donne, da segnalare anche un’integerrima vigilessa della Polizia locale.

Molti vivono stabilmente all’estero, a Nizza in Francia , a Dublino in Irlanda, a Lisbona in Portogallo e a Copenhagen in Danimarca, qualcuno è un rispettabile Psicologo e una fra le più attive, è infermiera, caposala.

Uno di loro oltre ad allenare una locale squadra di pallavolo in serie B, ha ricoperto vari ruoli nel mondo dello sport in qualità di Manager. C’è persino un “Ragioniere” che dirige l’amministrazione di una clinica privata. Qualcun’altra è rimasta a scuola dove attualmente lavora.  

Tutti in definitiva vivono il loro essere cinquantenni in modo sereno anche se a molti non dispiacerebbe ritornare a quegli anni spensierati e pieni di brio….

A vederli chiacchierare, dimostrano di essere un gruppo eterogeneo che, nonostante non si frequentino stabilmente, sono rimasti tra loro molto affiatati avendo mantenuto un evidente rispetto reciproco.

Non scordiamoci i professori che hanno cresciuto la “Quinta I” fino a portarla al Diploma nel 1990; il Preside Pappalardo ed il Vice Preside Miceli, in questi anni passati a miglior vita.

Presidente e Membro interno della Commissione d’Esami, i professori  Incalcaterra e Di Mauro.

Purtroppo una decina di compagni non sono riusciti a partecipare all’evento, impossibilitati logisticamente; a quast’ultimi va il saluto dei Compagni di Classe che anche per loro hanno spento la candelina del trentesimo anniversario del Diploma.
A proposito, in tanti si sono laureati ma non tutti hanno avuto modo di sfruttare il titolo universitario, infatti sono stati costretti a optare per un inserimento nel mondo del lavoro alternativo. 
Ecco l’elenco completo…

Aleo   Concetta 

Allegra   Giuseppa

Andaloro   Francesco

Bonaccorsi   Maria 

Bonina   Mariella 

Buttafuoco   Vincenzo 

Cadili   Viviana 

Calì   Massimo 

Cerra   Francesco

D’antoni   Alessandro 

Giuffrida   Luca 

Guadagno   Michele 

Guglielmino Gaetano Lorenzo

Manno  Maria  Rosa 

Maodda  Santa  Katya

Mazzarino Lorenzo

Messina   Salvatore

Monforte   Giuseppe

Piccione  Vito  Donatello

Piccione  Vito  Raimondo 

Privitera   Carmelinda 

Puglisi   Giuseppe 

Ruggeri   Paolo 

Sica   Andrea 

Sicari   Annamaria 

Spurio   Salvo