Sentenza della Corte dei Conti: i Revisori prendono le distanze dagli amministratori

Ritorniamo sulla sentenza della Corte dei Conti, in merito alla gestione Enzo Bianco. La disposizione della Corte dei Conti merita alcune precisazioni: “È sospesa ognai interdizione e ammenda per effetto del possibile ricorso; La posizione dei Revisori dei Conti è ben diversa dagli amministratori. La lettura delle ultime due pagine della sentenza è chiarissima. Quindi molte cose sono state dette in modo poco appropriato, sia gli amministratori che i revisori possono continuare le proprie funzioni. Inoltre confondere Amministratori e Revisori è analizzare la vicenda con molta superficialità; il bilancio e il cosiddetto piano di riequilibrio sono stati compilati e approvati dall’Amministrazione Comunale e non dai revisori, quest’ultimi hanno espresso pareri (quasi tutti con pareri favorevoli condizionati e con molteplici vincoli ). Per concludere in questa vicenda non si capisce come mai i compilatori (ragionieri del Comune e Assessori al Bilancio ) e il Segretario Generale dell’epoca non sono stati inseriti nell’elenco degli INTERDETTI .

Per finire la multa a carico dei Revisori è applicata principalmente per aver inviato all’epoca alla Corte alcune relazioni semestrali in ritardo (tutte motivate dal fatto che i dirigenti non producevano nei termini la relativa documentazione contabile ). Solo per fare un po’ di chiarezza sulla complessa vicenda.