Battiati, il sindaco reclama i soldi per le Scuole, genitori in rivolta

Si è affidato a un video sul proprio profilo Facebook il Sindaco di Sant’Agata li Battiati, Marco Rubino, per informare i cittadini di aver richiesto l’intervento del premier Conte per sbloccare i finanziamenti necessari al reperimento delle aule scolastiche necessarie a garantire il distanziamento sociale degli alunni in seguito all’emergenza Covid 19.

Il video è stato il culmine di un periodo nel quale si è cercato di trovare delle soluzioni alla problematica di reperimento degli ulteriori spazi didattici per l’avvio del nuovo anno scolastico ma che non ha mai trovato il consenso di gran parte dei genitori che ormai sono sul piede di guerra.

Coniugare le tante esigenze non è semplice in considerazione che la popolazione scolastica che frequenta i plessi di Sant’Agata li Battiati è prevalentemente non residente e inoltre in paese vi è la carenza di strutture alternative quali cinema, teatri che ha acuito ancor di più la problematica.

Voglio denunciare apertamente – scrive alla vigilia dell’avvio dell’anno scolastico – come questa carenza derivi dalla assoluta incertezza dei finanziamenti ministeriali, richiesti tempestivamente e nel rispetto di tutte le condizioni poste”.

L’amministrazione comunale sta verificando la possibilità di reperire fondi dal proprio bilancio, ma ha proposto possibile un autotassazione dei genitori, che continuano a chiedere risposte chiare sulle modalità di inizio delle lezioni.

Non vogliamo fare i doppi turni. Non vogliamo andare a scuola di pomeriggio. Non vogliamo essere spostate in altro comune lontano dalla residenza. Vogliamo soluzioni pratiche e non lo stravolgimento della nostra vita quotidiana. Vogliamo fatti e nn chiacchiere. La preghiamo di risolverci il problema, i nostri figli sono d’esami quest’anno e non vogliamo compromettere il loro futuro. A scuola si va di mattina per un milione di motivi, se nn li conosce posso spiegarglieli uno ad uno. Attendiamo con ansia soluzioni valide. Grazie.”Queste le parole di Simona Minniti rivolte al Sindaco Rubino con un commento.

Anche un papà, Salvo Famoso, non ci va leggero con il Sindaco “Ma questa richiesta di aiuto anziché il 16 settembre non poteva essere fatta a giugno luglio? Credo che siamo l unico comune ad avere problemi di aule. Però in compenso sappiamo che il 70% degli alunni è residente nei comuni limitrofi. Ed io residente a Battiati, devo portare i miei figli a Gravina piuttosto che a San Gregorio o addirittura a Catania. Oppure dovrei pagare 120 a bambino per l affitto di immobili. Che amarezza!!””