L’ultima sfida social degli idioti: lanciarsi sul parabrezza delle auto in corsa

C’è una nuova e pericolosissima challenge su Tik Tok che ha mandato un ragazzino di 11 anni in ospedale con frattura scomposta a tibia e perone dopo un impatto contro un’auto a San Giorgio a Cremano nel Napoletano che consiste nel lanciarsi sui parabrezza delle auto in corsa e filmare il tutto per poi rendere il video virale. E’ questo l’ultimo dei folli gesti che racconta uno spaccato dei sobborghi di Napoli e che in pochissime ore ha fatto il giro della rete. 

Il fatto, come riporta “Il Mattino” è accaduto venerdì pomeriggio in via Galante e una signora alla guida di un’auto avrebbe riferito ai vigili urbani che il ragazzino è piombato davanti al veicolo improvvisamente, senza che lei se ne fosse accorta.

Nella ripresa si nota un ragazzino in piedi su un marciapiede, il ragazzo protagonista che indossa una maglietta rossa “sceglie” una Fiat Punto Grigia, prende la rincorsa e salta letteralmente sul cofano dell’auto in corsa sedendosi.  Soccorso, l’11enne è stato portato in ambulanza all’ospedale Santobono di Napoli dove gli è stata riscontrata una prognosi di 30 giorni.

Le forze dell’ordine, che indagano sulla vicenda, stanno valutando l’ipotesi dell’ultima sfida social, che vede adolescenti posizionarsi in strada e attendere l’arrivo di una automobile e balzarci sopra mentre questa procede a bassa velocità, suscitando panico nel conducente e ilarità tra i compagni che riprendono la scena con lo smartphone.  I

La sfida lanciata su TikTok tra gli adolescenti si sta espandendo a macchia d’olio e ha già messo in allarme molti genitori e di pochi giorni un video in cui una banda di ragazzini napoletani aspetta il passaggio delle macchine per lanciarsi di scatto su quella che procede più lentamente spaventando il guidatore che in genere inchioda pochi metri dopo.

Ad accorgersi dell’ennesima folle sfida è stato il consigliere regionale della Campania, Francesco Emilio Borrelli. L’esponente di Europa Verde ha raccontato alla Stampa“Questo video è una follia. Siamo in una zona vicino al porto (via Reggia di Portici, nda) e si vede chiaramente cosa stanno facendo questi ragazzi. Così si muore. Il video mi è stato girato da alcune persone che vogliono restare anonime. Il video era stato pubblicato su Tik Tok, un social che dovrebbe chiudere immediatamente. Ho segnalato la cosa alla Polizia Postale, spero intervenga”