Assassinato l’arbitro De Santis e la sua compagna

Duplice omicidio a Lecce. Una delle due vittime è Daniele De Santis, giovane e quotato arbitro di Serie C. Insieme a lui è stata uccisa la sua ragazza, Eleonora Manta. De Santis sarebbe stato l’amministratore del condominio sito nei pressi della stazione centrale del capoluogo salentino dove si è consumato l’efferato duplice delitto. La polizia sta cercando un uomo sulla sessantina.

Le notizie si rincorrono in questi momenti in maniera frenetica. Di certo, intorno alle 21:30, al civico 2 di Via Montello, una perpendicolare di Via Gallipoli, nei pressi della stazione ferroviaria del capoluogo l’arbitro di calcio con numerose presenze in serie C, Daniele De Santis, 33 anni, gestore di un b&b, e la compagna, Eleonora Manta, 30enne, a seguito di un accoltellamento avvenuto all’interno di una palazzina, sono deceduti, presumibilmente dopo un alterco con una terza persona. Sono state udite urla e forti rumori, anche sulle scale del pianerottolo, dove era riverso il corpo dell’arbitro. L’arrivo del personale sanitario del 118 ha solo potuto constatare la morte delle due persone.

Sono giunti sul posto i mezzi dei Carabinieri del Comando provinciale di Lecce, il procuratore capo Leonardo Leone Castris, il sostituto procuratore Maria Consolata Moschettini ed il medico legale Alberto Tortorella.

Ancora non si conoscono con esattezza le cause e le dinamiche che hanno portato all’epilogo drammatico. Le indagini sono in pieno svolgimento per ricostruire l’accaduto. Le Forze dell’Ordine al momento cercano un uomo, il presunto killer che sarebbe stato visto allontanarsi a piedi dall’edificio in cui sono stati ritrovati i corpi con il volto coperto da un passamontagna.

I testimoni sono stati ascoltati dai carabinieri, al fine di acquisire altri elementi utili alle indagini ed alla cattura dell’uomo. Immediate sono partite le ricerche, in città, infatti, sono stati allestiti diversi posti di blocco.