Bonus Sicilia? La Regione “addossa” la responabilità del flop del click-day sulla Telecom

Il giorno prima la Regione aveva provato a rassicurare tutti sul click day del BonuSicilia così tanto pubblicizzato. Ma la partenza di stamani è stata un flop. Insomma il click-day del Bonus Sicilia, il contributo della Regione alle imprese danneggiate dal lockdown, è stato rinviato a giovedì: oggi, infatti, il sito messo a disposizione dall’assessorato alle Attività produttive (assessore di riferimento Mimmo Turano…) non è riuscito a reggere il traffico, per un problema che gli uffici di Palazzo d’Orléans addebitano a Telecom. “La scorsa notte – spiegano dall’assessorato – la compagnia telefonica ha rilevato un problema. Siamo in attesa che l’azienda certifichi il malfunzionamento, ma l’avvio del click-day è rinviato”. Sui social si è scatenato un putiferio, innumerevoli le proteste: moltissime le aziende, infatti, che avevano provato a conettersi al portale siciliapei.regione.sicilia.itper accedere al Bonus Sicilia.

Intanto monta la polemica. Il Bonus Sicilia è infatti la prima misura per sostenere le aziende colpite dalla pandemia: con una dotazione complessiva di 125 milioni si punta a concedere alle imprese un contributo che può arrivare fino a 35mila euro. Ma nei giorni precedenti, erano state sollevate le proteste di enti di formazione, rappresentanti di commercio, centri socio-educativi, strutture assistenziali, tutto il settore sanitario, liberi professionisti, scuole guida, trasporti, traslochi e fotografi per l’esclusione dal bando.
Infinite inoltre le polemiche al governo Musumeci dall’opposizione (scatenato il segretario regionale del Pd, Antony Barbagallo) ma anche dalla maggioranza (nello specifico Elvira Amata, capogruppo di Fratelli d’Italia) per una procedura anomala e gestita maldestramente. Nuovo step? Giovedì 8 ottobre a partire dalle ore 9. Forse…

(nella foto l’assessore regionale alle Attività Produttive Mimmo Turano, credit: Tp24.it)