Nuova zona rossa in Sicilia: Villafrati, dove Il sindaco è finito in ospedale

C’è una nuova “zona rossa” in Sicilia: è a Villafrati, nel Palermitano. L’ha istituita il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, con un’apposita ordinanza appena firmata la numero 38 , dopo aver sentito il sindaco, peraltro positivo al Coronavirus e ricoverato in ospedale.

Il provvedimento, che entrerà in vigore alle 14,00 del 05 Ottobre 2020 e sarà valido fino alle ore 24 di lunedì 12 ottobre 2020, si è reso necessario per evitare il diffondersi del contagio del Covid-19, dopo che gli uffici dell’Asp hanno segnalato la presenza di un cluster che al momento conta ottanta persone. Villafrati – che era già stata “zona rossa” per oltre un mese durante l’ondata di Covid-19 nella scorsa primavera – si aggiunge alle altre quattro aree attualmente off limits, tutte sedi della Missione “Speranza e Carità” di Biagio Conte a Palermo.

Ecco cosa vieta l’ordinanza n.38 del 4 Ottobre 2020:

a) divieto di circolare, a piedi o con qualsiasi mezzo pubblico e/o privato, nel territorio
comunale, fatta eccezione dei casi in cui ci si debba recare sul luogo di lavoro (solo
se non è consentito il lavoro in c.d. smart working), ovvero per l’acquisto e/o il
consumo di generi alimentari e l’acquisto di beni di prima necessità, per ragioni di
natura sanitaria e/o per appuntamento presso studi professionali;
b) gli esercizi commerciali (quali bar, rosticcerie, panifici, pollerie, paninerie e similari)
garantiranno l’accesso a solo una persona per volta e sempre con l’utilizzo dei
dispositivi di protezione individuale. È consentito l’asporto e la vendita al domicilio;
c) sono vietati i banchetti e le feste private di qualunque tipo che comportino la
presenza contemporanea di più di sei persone;
d) ogni esercizio commerciale dovrà rispettare la chiusura alle ore 21, derogabile fino
alle ore 23 per ristoranti e pizzerie, ai cui titolari compete in ogni caso il controllo sul
rispetto delle Linee guida sul distanziamento e il divieto di tavolate con un numero
superiore di sei persone;
e) la partecipazione a funzioni religiose è contingentata nel numero dei partecipanti
secondo un apposito protocollo che verrà condiviso tra il Comune di Villafrati e gli
eventuali richiedenti;
f) per le attività didattiche e scolastiche, previa intesa con l’autorità sanitaria
competente, provvede ad adottare una propria ordinanza il Comune di Villafrati;
g) le predette disposizioni relative al divieto di circolazione con qualsiasi mezzo nel
territorio comunale si applicano anche alle persone in transito e non residenti nel
Comune di Villafrati