Tamponi rapidi? La Regione invita ai test laureati, specializzandi e medici stranieri

Una vera e propria mobilitazione. Giovani appena laureati, specializzandi, ma anche professionisti in pensione e medici stranieri. Una forte chiamata all’azione quella messa in atto dalla Regione Siciliana per lo screening volontario anti-Covid, attraverso tamponi rapidi che si intende realizzare su un campione significativo della popolazione siciliana.

 Stamani è stato pubblicato sul sito internet dell’Azienda ospedaliera universitaria Policlinico “G.Martino” di Messina (in qualità di azienda capofila), l’avviso pubblico riservato a personale sanitario che verrà impiegato nei test. Sarà anche la risposta che i professionisti daranno all’appello lanciato dall’assessorato regionale alla Salute a determinare le proporzioni della campagna”.

L’iniziativa è dunque finalizzata alla necessità di intercettare la presenza del virus nelle fase iniziali della malattia, evitando che l’evolversi della patologia determini quadri clinici che potrebbero riflettersi sul sistema ospedaliero siciliano