Musumeci “demolisce” il personale della Regione: “Il 70% non è funzionale…”

Va giù duro sulla “macchina burocratica” della Regione sicilia, il governatore della Sicilia, Nello Musumeci. In occasione dell’evento «Innovation Days» del Sole 24 Ore, dedicato a Sicilia e Sardegna.

«La Regione non era fatta per risolvere i problemi, era fatta per diventare un ‘ammortizzatore sociale. La Regione è stata la più grande industria per 70 anni; si poteva entrare anche senza concorsi, con un biglietto da visita, con una telefonata; questa è stata la Regione siciliana. E non avere il coraggio di dirlo è davvero criminale. Io ho il coraggio di dirlo. Avevamo 19.000 dipendenti: 5000 sono andati in pensione, ne abbiamo 13.000 e il 50% appartiene alla fascia A e B, assolutamente non funzionali a rendere efficiente la macchina regionale».

«Qui non si fa un concorso dal 1991. Il più giovane ha 58 anni – ha spiegato Musumeci -non è gente digitalizzata, non è gente abituata a lavorare in un contesto assolutamente diverso, competitivo, come richiede oggi la pubblica amministrazione. Ed è con questa macchina che io devo fare i compiti giorno dopo giorno. E se richiamo un dirigente l’indomani ho lo stato di agitazione di tutte le sigle sindacali. Ho detto che l’80% dei dipendenti regionali è assolutamente inutile alle funzioni programmatiche della Regione. Lo ripeto. Anche se siamo passati dall’80 al 70% grazie al cielo. Il mio obiettivo è di arrivare almeno al 50%».