Grosso non ci sta: “Perchè questo ennesimo e gratuito attacco ai Forestali?”

Maurizio Grosso: «Il fango della Petix contro i forestali è dovuto oggi a responsabilità del governo Musumeci come ieri al governo Crocetta».

«Se il governo Musumeci e gli assessori competenti all’Agricoltura e al Territorio, avessero avuto la capacità di intervenire rispetto al patrimonio boschivo secondo le necessità del ciclo biologico delle piante, anziché secondo le disponibilità di cassa, il numero degli incendi che si sono registrati nel 2020 si sarebbe ridotto al lumicino e la signora Petix sarebbe stata costretta rimanere zitta» è il commento secco del segretario generale Sifus Confali, Maurizio Grosso in merito al servizio andato in onda ieri sera a Striscia la Notizia su Canale 5, a cura di Stefania Petyx, in merito agli incendi che hanno colpito la Sicilia l’estate scorsa, con un palese, reiterato e gratuito attacco al settore dei forestali.
«Come si possono ridurre gli incendi senza interventi di manutenzione preventiva o con lavori effettuati all’ultimo minuto del secondo tempo supplementare?» si interroga Grosso. «Come si possono difendere i boschi dagli incendi mentre gli operai sono tenuti a casa? Come si può intervenire per lo spegnimento degli incendi se gran parte delle squadre sono monche, utilizzano mezzi vetusti e, spesso e volentieri, dpi e scarpe da terzo mondo? Se non si metterà in piedi immediatamente una riforma del comparto forestale capace di superare le criticità di cui sopra e soprattutto, di garantire la presenza dei lavoratori forestali tutti i giorni dell’anno, ci saranno sempre la Petix o il Gilletti di turno, pronti a mistificare con luoghi comuni la realtà e pertanto, ad additare i forestali come mostri da debellare».
«Senza riforma, nessun Petix o Gilletti di turno, porranno attenzione al sacrificio di centinaia di forestali deceduti nell’esercizio delle loro funzioni. Il Sifus ha dato mandato al proprio ufficio legale di verificare se ci sono le condizioni per querelale il servizio della Petix andato in onda ieri sera. In data odierna, inoltre, il Sifus ha sollecitato il governo Musumeci ad accelerare la riunione del tavolo pro riforma coi sindacati». conclude il segretario generale Sifus Confali.