La Maratona di Catania ammaina la bandiera…appuntamento al 2021

Catania. La Maratona di Catania, ammaina la bandiera e cancella la data del 13 dicembre, dando appuntamento al 2021.

Era rimasto l’ultimo baluardo tra i grandi eventi outdoor dell’isola di questo “martoriato” 2020, ma ha dovuto arrendersi a seguito del DPCM dello scorso 3 novembre che ha inasprito le misure in tema di contenimento alla pandemia, facendo ripiombare l’Italia in un lockdown “light”, seppur per fasce geografiche.

Proprio l’entrata in vigore dell’ultimo DPCM, ha frenato l’entusiasmo del comitato organizzatore della Maratona di Catania che nella giornata di ieri, su forte sollecito da parte del presidente dell’Atletica Sicilia Santi Monasteri, ha incontrato l’assessore allo sport del Comune di Catania Sergio Parisi e il delegato del CONI Catania Enzo Falzone.

Durante l’incontro, Monasteri ha illustrato come in questi mesi (in pratica fino a ieri) si sia lavorato per la realizzazione dell’evento, concordando i protocolli da attuare per garantire la sicurezza di tutti. Una manifestazione fortemente voluta, per dare continuità all’evento e per dare un segnale di “ripartenza” a tutto il movimento.

L’ultima virata del governo e la suddivisione in fasce (la Sicilia è a rischio medio-alto) ha però fatto saltare i piani e un programma che viaggiava dritto verso la data della terza edizione. Gli organizzatori si sono infatti venuti a trovare davanti a scenari “imprevedibili”, pronti a mutare da una settimana all’altra, con gli atleti che avrebbero pagato il prezzo più alto, quello dell’incertezza e del “non saper cosa fare, fino all’ultimo momento”.

E’ una scelta molto dolorosa, perché fino a ventiquattr’ore fa stavamo lavorando per non interrompere questa tradizione – ha commentato il presidente dell’Atletica Sicilia Monasteri – avevamo anche deciso di ridurre la partecipazione, per garantire la sicurezza agli atleti.

Purtroppo l’attuale scenario potrebbe penalizzare quanti stanno preparando l’evento e magari a una settimana dalla gara essere costretti a non poter partecipare.  Una scelta condivisa – ha concluso Monasteri –  che non penalizzerà chi ci ha dato fiducia, infatti coloro che si sono iscritti potranno scegliere il rimborso della somma versata oppure confermare la propria iscrizione per l’edizione 2021”.

Scelta che potrà e dovrà essere fatta direttamente dagli atleti compilando un “form” online il cui link verrà comunicato nei prossimi giorni attraverso i canali ufficiali.

L’incontro di ieri è servito comunque a consolidare il rapporto tra la Maratona di Catania e l’Amministrazione comunale, ancora una volta in sinergia, nel prendere questa sofferta decisione che arriva in un momento particolarmente delicato. Un senso di rispetto nei confronti di quanti stanno soffrendo in questo momento.

Una menzione particolare va ai partner privati che sono entrati a far parte della famiglia della Maratona di Catania, credendo fortemente in questo progetto sportivo; e che senza il loro supporto, non sarebbe possibile realizzare. Grazie: Autovia Puglisi, Asics – Zaccà Sport, Acqua Santa Maria, Cubeda Piante, SicilProperty, Palmeri Pneumatici, Pasta Prime Luci – Fratelli Gallo, Enervit, Pasticceria Belfiore.