Catania, in città si torna a respirare aria da Derby tra attesa, ansia e ricordi…

Manca poco ormai all’attesissimo derby di Sicilia tra Catania e Palermo. Il Derby siciliano dopo 7 anni dall’ultimo confronto. E nonostante l’impossibilità per i tifosi di entrambe le compagini di poter essere presenti al Barbera, è palpabile ed è nell’aria l’adrenalina per un derby che, anche senza tifosi, sarà sempre il derby.

Un confronto sicuramente anomalo che dovrà rinunciare alla presenza sugli spalti dei propri sostenitori che però da giorni sui social e non solo, non mancano di ricordare l’attesa crescente e l’ansia di ritornare a giocare un confronto che mancava ormai da troppi anni e quello più atteso di tutta la stagione. Proprio in queste ore è apparso uno striscione del tifo organizzato rossazzurro con un messaggio chiaro: “Il Derby vale un campionato. Vincere”

Quando si parla di Palermo – Catania nella mente dei tifosi subito ritorna in mente la più rocambolesca e incredibile vittoria nella stagione 2008-2009 in Serie A: era l’1 marzo quando il Catania guidato da Walter Zenga proprio al Barbera batteva per 4-0 il Palermo di Miccoli e Cavani. Una giornata entrata nella storia del Catania e che ancora oggi rievoca gioia ed emozioni indimenticabili anche tra i protagonisti quel giorno in campo, uno tra tutti il catanese d’adizione Marco Biagianti che ha voluto ricordarlo attraverso una storia postata su Instagram. Quel derby però non è solo ricordato per la vittoria e l’ampio risultato ma anche e soprattutto per l’eccezionale perla di Mascara da centrocampo che ha fatto il giro del mondo.

L’ultimo confronto tra Palermo e Catania nell’allora Serie C1 risale invece alla stagione 2000-2001 quando i rosanero riuscirono a battere per 5-1 i rossazzurri ma, sempre in Serie C, pochi anni prima il Catania guidato da Bianchetti, conquistava una splendida vittoria contro i favori del pronostico proprio in casa del Palermo, allora capolista del girone di Serie C. Quella volta il risultato fu di 2-0 per i rossazzurri, con le reti di Cipriani (con un bolide su punizione davvero formidabile) e nella ripresa da Palmisano, reti che gelarono la Favorita gremito di tifosi e fecero esplodere di gioia i circa 500 tifosi rossazzurri presenti a Palermo.

Un pomeriggio che ha fatto la storia, anche se in Serie C, perché il derby fra Catania e Palermo è il Derby. Punto e basta.